Incisione raffigurante il doge Andrea Vendramin

Accedi — o — registrati

Aveva 83 anni (era nato nel 1393) e dal 19 giugno 1467 era procuratore di S. Marco de citra.

Dopo l’elezione, durante il giro in pozzetto in Piazza S. Marco, il neo doge non distribuì monete d’argento, ma d’oro e poi nel corso del suo breve dogado fu prodigo e munifico con tutti i bisognosi e magnanimo, tanto da meritarsi un riconoscimento ufficiale da papa Sisto IV, che per la sua bontà d’animo gli conferì la Rosa d’Oro, poi depositata nel Tesoro di S. Marco.

Era sposato con Regina Gradenigo che gli aveva dato 12 figli (6 maschi e 6 femmine).

Fu sepolto nella Chiesa dei S

Continua a leggere:

7,99€ al mese, oppure 59€ l'anno

Investi nella cultura, nella bellezza, in un futuro migliore.
Puoi disdire quando vuoi.

Vivi l'esperienza completa