Venipedia®

Le origini e le prime Biennali

Deliberata dal Comune di Venezia il 19 aprile 1893, per celebrare le nozze d'argento del re Umberto e Margherita di Savoia, la prima Esposizione biennale artistica nazionale fu inaugurata due anni dopo il 30 aprile del 1895. Venne redatto un apposito Statuto che prevedeva l’invito ai maggiori artisti italiani e stranieri lasciando spazio anche alle opere di pittori e scultori italiani non invitati; ogni artista poteva partecipare con massimo due opere mai esposte nel territorio nazionale.

Il Palazzo che ospitò la prima edizione venne eretto in tempi molto stretti ai Giardini pubblici di Castello e alla sua inaugurazione parteciparono i reali di Savoia; il numero dei visitatori alla prima Esposizione Internazionale d'Arte della città di Venezia superò le 200.000 unità. Molti i premi e i riconoscimenti ma l'opera che suscitò maggior scalpore, per la tematica considerata scabrosa (un uomo morente circondato da corpi di donne nude) fu il Supremo convegno di Giacomo Grosso, premiato da un referendum popolare.

Continua a leggere:

Molto più di un accesso illimitato

7,99€ al mese, oppure 59€ l'anno

Investi nella cultura, nella bellezza, in un futuro migliore.
Puoi disdire quando vuoi.

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro.

Contenuti di cui ti puoi fidare.
Prima di essere pubblicato, ogni contenuto viene verificato su più fonti, scegliendole tra quelle più attendibili al momento della verifica. Ciclicamente revisioniamo anche i contenuti già pubblicati, perché siano il più possibile aggiornati e attendibili.
Video come al cinema.
Lavoriamo i nostri video come al cinema: alta definizione, colonne sonore professionali, post-produzione e trattamento del colore. La nostra produzione più recente ti offre anche video in 4K e Dolby Vision (in uscita nel 2022).
Fotografie bellissime.
Se è vero che un’immagine vale più di mille parole, una bella immagine non ha prezzo. Produciamo e utilizziamo fotografie di altissima qualità, coinvolgenti, ambientali, panoramiche, di reportage, a colori e in bianco e nero.
Perdersi è bello, se poi ti ritrovi.
Ogni contenuto è geolocalizzato. Questo significa che abbiamo mappato fisicamente ogni contenuto e che grazie a noi puoi arrivarci, puntualmente, con le mappe del tuo smartphone o tablet. E grazie a Sestante, il nostro motore di prossimità, ti diciamo anche cosa si trova intorno a te e vicino a quello che stai leggendo.
Sei parte di un movimento virtuoso.
Abbiamo sempre lavorato per ritornare valore, alle persone, al territorio, al futuro di tutti noi. Ogni giorno lavoriamo per migliorare il nostro impatto positivo sul mondo che ci circonda, con un impegno concreto che si chiama Venipedia Virtuosa. Il tuo abbonamento contribuisce a fare in modo che tutto questo sia possibile, a darci la possibilità di ampliare sempre più il raggio d’azione, supportando le realtà meritevoli. Ad esempio progetti innovativi di decarbonizzazione, progetti di riforestazione, progetti locali che hanno qualcosa da dire e generano un impatto positivo.
Nessuna pubblicità, nessun tracciamento personale.
Fin dalla sua nascita abbiamo voluto un design pulito, senza pubblicità che distragga la lettura. Non condividiamo i tuoi dati personali con terzi, non tracciamo cosa fai e usiamo solamente dati aggregati in forma anonima per capire come rendere migliore Venipedia ogni giorno di più.

Ci vuoi mettere il naso?

È giusto, meglio approfondire: puoi farlo con i nostri contenuti Open Access e toccare con mano, oppure a pieno accesso per 7 giorni a 1,99€.

Leggi anche