Venipedia®

Nel 1981 Palazzo Grimani venne acquistato dallo Stato Italiano che nel 2001 lo ha affidato alla Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Veneziano. A seguito dei restauri apportati al palazzo, terminati nel 2008 è stato istituito il Museo di Palazzo Grimani.

Punto focale del museo è la storia ed il patrimonio artistico dell’edificio che un tempo è stata la dimora principale della famiglia Grimani. Nonostante una parte delle opere in passato sono state o vendute (ad esempio gli antichi stucchi interni) o ricollocate (alcune sono visibili presso il  Museo Archeologico), è ancora possibile ammirare gli affreschi della sala dei fogliami realizzati dal Mantovano, oltre alle decorazioni pittoriche frutto del lavoro di Francesco Salviati, Federico Zuccari, Giovanni da Udine e altri artisti succedutisi durante la storia. Le opere esposte sono poche e selezionate, quasi tutte di stampo cinquecentesco, in omaggio all’epoca in cui si insediò il patriarca di Aquileia Giovanni Grimani.

Periodicamente vengono ospitate mostre a tema, conferenze, concerti e altre attività culturali.

Galleria immagini

L'ingresso di Palazzo Grimani.
Il porticato del cortile

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche