Venipedia®

La chiesa si trova nell'omonimo campo nelle vicinanze di S.Marco, venne edificata nell'VIII secolo, si dice dalle famiglie Artigeri e degli Scoparii, venne distrutta nel 1105 e successivamente ricostruita, in stile veneto-bizantino, per volontà di Moisè Valier che la consacrò al biblico Mosè.

Venne nuovamente riedificata nel 1682 su disegno di Alessandro Tremignon che ne disegnò anche la facciata in stile barocco, quest'ultima ne fu possibile l'esecuzione grazie ai finanziamenti dai fratelli patrizi Girolamo e Vincenzo Fini.

Il busto del patrizio Vincenzo Fini si trova nella parte centrale della facciata in cima ad un obelisco sorretto da cammelli, si possono ammirare anche le quattro “Virtù cardinali” e altre figure bibliche.

La chiesa è di una sola navata e al suo interno si trovano opere di Jacopo Tintoretto Lavanda dei piedi, di Jacopo Negretto detto Palma il Giovane L'Ultima Cena, di Gerolamo Brusaferro, di  Alvise Tagliapietra, di Jacopo Guarana, di Gaspari Diziani ed altri.

Progetto di Alessandro Tremignon è anche il monumentale altare maggiore la cui opera è di Enrico Marengo.

Galleria immagini

La facciata della chiesa di San Moisè.

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche