Venipedia®

Non chiedere ai Veneziani dove si trova la tale piazza o la tale via perchè ti sentiresti rispondere che a Venezia c'è solo una piazza ed è nel sestiere San Marco, cioè Piazza San Marco, e solo una manciata, al massimo, di vie. Questi elementi sono sostituiti da campi e campielli — per le piazze — e da calli e callette — per le vie. Anche la cugina lingua spagnola usa la parola calle per indicare la strada (salir a la calle a tomar el aire per noi suona più o meno come uscire a prendere una boccata d'aria).

L'origine del nome campo deriva dal ricordo delle superfici presenti un tempo, talvolta con coltivazioni, in terra battuta o prato, come testimonia il campo a San Pietro di Castello, ancora oggi ammirabile in un rigoglioso verde. Poi ci sono i campielli così chiamati per le dimensioni più ridotte, e infine i campazzi per la loro dimensione più grande del normale.

Il nome assegnato ai campi può avere origine da varie cose: famiglie, attività che si svolgevano nel medesimo, santi, ecc.

Da sempre, i campi costituiscono il ritrovo degli abitanti della zona nonché il luogo per i divertimenti, per le dispute e, più recentemente, per un più comune spazio giochi dei bambini. In moltissimi di essi, sono presenti delle vere da pozzo che un tempo servivano da contenitori di acqua piovana e fontane tutt'ora funzionanti per dissetare la cittadinanza. Una rete idrica di tutto rispetto, che dava da bere a tutta la città e le isole veneziane.

È utile tenere a mente che anche Venezia, come ogni altra città del mondo, ha subìto innumerevoli trasformazioni urbane e anche i campi oggi non rispecchiano fedelmente la realtà cittadina di altri tempi. Alcuni, per esempio, non esistono quasi più, altri sono stati dimezzati nella loro ampiezza, altri ancora sono stati rivisti. Molti altri, appunto, erano in terra battuta o prato e il territorio stesso si è esteso maggiormente nel tempo.

Oggi, salvo rare eccezioni, i campi sono lastricati in pietra.

Va perciò considerato che Venezia ha oggi un proprio territorio comunale ampio, che esce dall'area rappresentata dall'insieme dei sestieri e include anche le isole della laguna nonché la terraferma veneziana. Per questo motivo l'intero comune di Venezia comprende quindi più di una piazza – come Piazza del Priorato nel Lazzaretto Vecchio, Piazza Galuppi a Burano, Piazza Maggiore a Malamocco, Piazza Ferretto a Mestre, Piazza Mercato a Marghera per citarne alcune, anche se la Piazza per eccellenza, quella con la "p" maiuscola rimane per tutti Piazza San Marco, sia per le dimensioni che per gli avvenimenti storici avvenuti sulla sua superficie. Al Lido di Venezia e nella terraferma veneziana, le vie riprendono possesso nell'indicare la toponomastica urbana.

E sì, esiste anche un piazzale, molto più recente nella vita di Venezia: Piazzale Roma, punto di arrivo e partenza, tra gli altri, dei mezzi di linea urbani ed extraurbani.

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche