Venipedia®

Costruito nel 1622, il teatro ha subito numerosi interventi nella sua lunga storia. Eretto per volontà della famiglia Vendramin, da questa prende il nome, anche se è conosciuto anche come Teatro San Luca o San Salvador

Distrutto da un incendio e ricostruito nel 1635, venne ulteriormente resturato nel 1776: in questa occasione, si spostò l’ingresso in Calle Berizi (oggi Calle del Teatro) venne creato un atrio ed aumentato il numero dei palchi. 

Nel 1833, dopo gli ennesimi interventi, il teatro cambiò nome per diventare Teatro Apollo.

Un ulteriore restauro diede al teatro, nel 1853, il caratteristico aspetto neogotico fiorito, ma struttura e decorazioni vennero ripulite nel 1874. Il teatro a questo punto ospitava circa 1250 spettatori fra platea e gallerie ed aveva 5 uscite sulla pubblica strada. L’anno successivo, il teatro cambiò ancora una volta il nome: il 26 febbraio 1875, divenne definitivamente Teatro Carlo Goldoni.

Nuovi restauri si ebbero nel XX secolo: nel 1909 venne rinnovata la facciata, definita successivamente “di stile ferroviario”.

Nuovamente chiuso nel 1947, il Goldoni è stato definitivamente reso al pubblico nel 1979, dopo un'acquisizione da parte del Comune di Venezia. Oggi è gestito dall'Associazione Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni.  

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche