Venipedia®

Nelle vicinanze di Forte Tron, rappresenta un esempio di torre colombara, o colombaia, in uso durante il feudalesimo e di spècola, adatta alle osservazioni astronomiche. Costuiva anche una via di comunicazione con la laguna.

La Torre Colombara, nelle vicinanze di Forte Tron, risale alla prima metà del XIX secolo, è in stile neogotico e presenta una struttura a pianta quadrata con aperture in tutti e quattro i lati. Non è mai stata sfruttata come luogo di allevamento dei volatili mentre ha svolto funzioni di controllo sul territorio nonché di portale d'accesso privato al complesso monumentale retrostante.

La struttura architettonica che si intravede dietro alla torre è conosciuta come Villa Bottenigo o Palazzo Tron e mostra una casa padronale con la parte centrale composta da un grande salone centrale, costruita presumibilmente nel XV e più volte ristrutturata. Del XVI secolo risulta essere, invece, l'ampliamento caratterizzato da granai di grandi dimensioni, cantine e una sala arricchita da dipinti riconducibili alla scuola del Veronese. Oltre alla fabbrica principale, sono visibili delle mura a protezione dell'intero complesso, dei portici e di alcune abitazioni minori, probabilmente un tempo destinate alla servitù. Non molto distante e vicino al canale, è facilmente osservabile una graziosa chiesetta del XVIII secolo intitolata alla Madonna del Rosario la cui facciata, a causa di un crollo, nel 1925 venne rifabbricata.

Conosciuta anche con il nome di spècola, per il fatto di essere luogo elevato e quindi adatto alle osservazioni astronomiche, un tempo costituiva una via di comunicazione con la laguna, quanto meno prima della realizzazione di Porto Marghera: in particolare monitorava l'antica via Bottenigo, il canale Brentella-Lusore che attraverso le terre e le barene di Bottenigo si collegavano alle acque veneziane.

Durante il Feudalesimo, la torretta colombara, o colombaia, — destinata ad allevare i colombi e caratterizzata da una serie di piccoli vani per i nidi — rappresentava un elemento importante nella vita rurale medievale, in particolare per la concimazione dei terreni, la caccia, l'alimentazione e costituiva motivo di ostentazione e vanto per il piccolo signore nei confronti dei vassalli del suo stesso rango. Con il passare dei secoli, la torre colombaia perde la sua peculiarità di ospitare pennuti divenendo sempre più simbolo della ricchezza e della potenza della famiglia, imponendosi nell'architettura cittadina.

Riferimenti

Galleria immagini

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche