Venipedia®

Il progetto ideato da Vincenzo Scamozzi prevedeva il prolungamento della libreria di San Marco — dalla quale prende alcune linee guida progettuali — al fine di creare nuovi uffici per i procuratori di San Marco. I lavori ebbero inizio nel 1582, dopo l’abbattimento di alcuni fabbricati vecchi, tra cui l’Ospizio Orseolo. Alla morte del progettista nel 1616 seguì un’interruzione dei lavori, che ripresero verso la metà del XVII secolo sotto la direzione di Baldassare Longhena. L’opera fu terminata nel 1640, seguirono più tardi nel 1740 alcuni interventi per lastricare i portici.

Dopo la caduta della Repubblica questo luogo divenne un vero e proprio centro di potere delle forze dominanti del luogo, a cominciare dalla dominazione napoleonica, durante la quale divenne la sede del Palazzo Reale di Napoleone Bonaparte. A tale proposito venne ampliato l’edificio per consentire la costruzione della grande sala da ballo e lo scalone centrale, il tutto a discapito della chiesa di San Geminiano (opera del Sansovino) che venne abbattuta.

In seguito gli inquilini divennero gli austriaci, prima nelle vesti del conte Pàlffy, poi dopo la breve parentesi rivoluzionaria del 1848, vennero “accolti” l’imperatore Francesco Giuseppe e consorte. Con l’avvento del Regno d’Italia divenne dimora dei reali Vittorio Emanuele II e Vittorio Emanuele III.

Attualmente all’interno delle procuratie nuove hanno sede ed uffici diversi istituti e soprintendenze legate all’arte ed alla cultura, primo tra questi il Museo Civico Correr e il Polo Museale del Veneto.

Sotto i suoi portici, nelle vicinanze della base del Campanile di San Marco, c'è il rinomato Caffè Florian.

Galleria immagini

La Procuratie nuove
La facciata delle nuove procuratie fronte Palazzo Ducale

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche