Venipedia®

Ricostruito nel 1521 in seguito all’incendio del 1514, il palazzo ospitò gli uffici dei Dieci Savi alle Decime, uno dei gruppi di magistrati addetti alle finanze. Il progetto fu curato da Antonio Abbondi, detto lo Scarpagnino, il quale partecipò in prima linea alla ricostruzione dell’area dopo l’incendio.

L'edificio ha un'architettura molto semplice e lineare con due piani sobri e finestre rettangolari.

Il lato corto del palazzo, quello che costeggia il Canal Grande, è composto da quattro arcate mentre il lato lungo da trentasette.

Sulle due facciate sono rimaste solamente tre statue, nella prima la Giustizia, raffigurata con la spada sguainata e la bilancia, mentre nella seconda il Leone in moeca che venne inserito nel 1848 al posto dello stemma della casa imperiale austriaca, l'aquila bicipite, e poco più sopra un altro piccolo leone, inserito nel XVI secolo.

Galleria immagini

Vista del Palazzo dei Dieci Savi provenendo dal Ponte di Rialto

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche