Venipedia®

Il palazzo, tipica costruzione in stile gotico, fu costruito tra l'inizio del XIV e la fine del XV secolo per opera della famiglia Rizzo, il cui stemma si trova sulla vera da pozzo all'interno del cortile.

Successivamente fu affittato per molti anni alla famiglia Zantani, detti Centani, nel 1500 Antonio Centani  fu catturato dai Turchi e segato vivo in due pezzi.

Nel 1914 alcuni studiosi assieme ad alcuni benestanti, acquistarono il palazzo e lo tramutarono in museo dell'arte drammatica italiana in onore a Carlo Goldoni 

Il primo piano è dedicato alla vita di Goldoni, dagli studi all'inizio dell'attività teatrale fino alla fine della sua carriera.

Nel 1931 il palazzo fu donato al Comune di Venezia affichè fosse restaurato e destinato amuseo Goldoniano e un Centro Studi Teatrali e diversi anni dopo decise di chiamarlo semplicemente "Casa Goldoni".

Casa Goldoni ospita un archivio e al suo interno la biblioteca, ospita inoltre  immagini, ritratti, costumi e scritti relativi alla produzione teatrale di Carlo Goldoni, ospita inoltre  un bellissimo Teatrino con le Marionette settecentesche.

Esso rientra nel circuito della Fondazione dei Musei Civici Veneziani.

 

 

Galleria immagini

Il Museo di casa Goldoni si trova a Palazzo Centani

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche