Venipedia®

L'edificio — dedicato alle quattro vergini di Aquileia: Eufemia, Dorotea, Tecla ed Erasma rese martiri dall'imperatore romano Nerone  rappresenta la costruzione più antica della Giudecca e una delle più datate di Venezia.

Pare esser stata costruita, per la prima volta, nell'865 e — tra le varie sistemazioni — venne rifabbricata nel 1100. Nel 1380, le spoglie delle martiri, precedentemente deposte a Grado per 400 anni, vennero posizionate sotto all'altare maggiore.

Oltre a questa ristrutturazione, la chiesa subì altre modificazioni nel Seicento e nel Settecento, ed oggi la ritroviamo con una pianta basilicale a tre navate suddivise da due colonnati con belli e antichi capitelli del XI secolo; la facciata, semplice e spoglia a capanna, è tripartita da due lesene ed illuminata da finestre semicircolari. Il portale è sormontato da un bassorilievo raffigurante La Vergine col Bambino tra San Rocco e Sant'Eufemia attribuito allo scultore Bregno.

Alla destra della chiesa, è presente un portico architravato mentre dietro è presente un campanile alto all'incirca 20 metri.

Galleria immagini

Immagine della chiesa intera.
targa dedicata alla chiesa
veduta prospettica della Chiesa di Sant'Eufemia

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche