Venipedia®

Alla fine del XIII secolo il vescovo di Castello Bartolomeo Querini depositò un lascito affichè venisse costruito un ospedale per anziani infermi; poco dopo, venne eretto un oratorio dedicato a San Bartolomeo, pur essendoci già una chiesa dedicato all'Apostolo.

Nel 1558 i due edifici cominciarono a dare i primi segni di cedimento e, con le poche risorse a disposizione, vennero in parte restaurati; nella fine del XVI secolo, fortuna ha voluto che l'intero complesso, comprensivo di ospedale e di chiesa, venisse affidato a due frati dell'Ordine dei Minimi con l'obbligo d'uso di mantenere l'attività di assistenza nei confronti degli anziani.

Nel 1588 i Minimi riuscirono a ottenere l'autorizzazione a spostare l'ospedale altrove e a ricostruire da zero la chiesa; questo portà anche ad una doppia intitolazione: Santi Bartolomeo Apostolo e Francesco di Paola Confessore.  Al suo interno, sono presenti, tra le altre, opere di Jacopo Palma il Giovane  ovvero "Vergine, San Giovanni Evangelista e figure di donatori", e l' "Annunciazione", di Giandomenico Tiepolo quale la "Liberazione di un ossesso", di Alvise Dal Frisco "San Francesco di Paola".

Galleria immagini

La facciata intera della chiesa.

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche