Venipedia®

La chiesa fu eretta nei primi anni dell' XI secolo grazie ad alcune famiglie abitanti nella zona e nel 1013 la famiglia Falier decise di cederla al monastero di Brondolo. Solo nel 1435, grazie all'intervento di papa Eugenio IV, divenne parrocchia indipendente.

Nei primi anni del XVII secolo, essendo in forte degrado, il patriarca Giovanni Tiepolo decise la sua rifondazione grazie anche agli aiuti economici della famiglia Contarini e venne consacrata nel 1695.

Originariamente era divisa in tre navate, orientata ad est e presentava un campanile romanico, con tetto a cuspide e pinnacoli. Attualmente, l'edificio è invece orientato a nord, costituito da un'unica navata e si accompagna ad un campanile di dimensioni più modeste, con tetto a cipolla.

La facciata a capanna, così come il suo interno, è molto semplice e minimale. Si trovano opere di Giambattista Tiepolo "San Vincenzo di Paola", di Bernardo Strozzi "San Sebastiano a cui le pie donne lavano le ferite"Jacopo Guarana "Gloria di San Benedetto". Nella chiesa erano, inoltre, conservate numerose reliquie.

Galleria immagini

La facciata della chiesa nella sua interezza.
Il campo San Beneto, la chiesa e parte della facciata del Museo Fortuny.
Il Museo Fortuny e la chiesa, nella loro parte alta.
Ancora una vista del campo, verso la chiesa.

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche