Venipedia®

Nel 1789 venne indetto un concorso per stabilire il progetto del nuovo teatro  la Fenice. Ad aggiudicarsi l’incarico (tra le polemiche dei sostenitori di parte) fu l’architetto Gianantonio Selva, che iniziò a dirigere i lavori dal 1790, fino alla conclusione nel 1792.

L’avvento dei francesi a Venezia fece si che l’edificio acquisisse la funzione  di teatro di stato. A tal proposito l’interno venne modificato con l’aggiunta della loggia imperiale (inizialmente composta da una struttura provvisoria ed in seguito riprogettata dallo stesso Selva nel 1808).

Nuovi lavori furono necessari a causa dell’incendio del 1836 che distrusse gran parte della struttura, ad eccezione di una parte dell’ingresso principale e delle mura. I fratelli Tommaso e Giovanni Battista Meduna si occuparono del progetto di ricostruzione basandosi sul progetto originale del Selva. Una seconda serie di interventi avvenne un secolo dopo il primo incendio, ad opera di Eugenio Miozzi (affiancato da Nino Barbantini che si occupò degli interventi relativi alle decorazioni).

Il 29 gennaio 1996 avvenne il secondo incendio, stavolta di origine dolosa. A seguito del grave evento, la sede teatrale venne spostata temporaneamente al Palafenice — una tensostruttura posizionata nell'isola del Tronchetto e costruita nel tempo record di 3 settimane — e successivamente al teatro Malibràn, nel 2001, mentre i lavori di ricostruzione iniziarono nel 1997 e terminarono l’8 Gennaio 2004, anche se lo spettacolo inaugurale del nuovo teatro era avvenuto il 14 Dicembre 2003 alla presenza del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

La seconda ricostruzione avvenne all’insegna del rispetto sia della struttura che degli arredi originari del teatro.

Galleria immagini

L'ingresso del teatro

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche