Venipedia®

Già associato al dogado, aveva cospirato contro il padre, Pietro III, per meri interessi: il nuovo doge parteggiava per la terraferma e per il latifondo; il padre Pietro III invece, credeva nella tradizione marittima ed era perciò filobizantino.

La città si spaccò in due, ci furono delle condanne a morte e Pietro IV, mandato in esilio, si rifugiò a Ravenna, dove con l’aiuto del re d’Italia Berengario II, che gli mise a disposizione sei navi da guerra, si accinse ad attaccare il padre (959) che però morì di crepacuore.

Eletto doge, Pietro IV venne in seguito appoggiato dall’imperatore Ottone I (962-973) che gli fornì un presidio militare a difesa del Palazzo Ducale.

Da parte sua il doge ripudiò la moglie e costrinse il figlio Vitale, avuto da lei, a farsi prete (diventò poi patriarca di Grado), quindi si sposò con Waldrada, cugina della consorte di Ottone I, dalla quale ebbe un figlio. Dopo la morte di Ottone I e l’ascesa al trono di Ottone II (973-983), troppo preso da questioni interne, gli avversari politici di Pietro Candiano IV, sponsorizzati dal basileus, credettero giunto il momento per detronizzarlo: incendiarono Palazzo Ducale e massacrarono il doge e il figlioletto.

(gidi)

Galleria immagini

Questo è un contenuto Open Access, ma puoi ottenere molto di più.

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, 7,99€ al mese oppure 59€ l'anno (risparmi più di 4 mesi)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche