Venipedia®

La Biblioteca Civica di Mestre fu istituita il 14 novembre 1952 dall’Amministrazione comunale di Venezia accogliendo la richiesta, accompagnata da pubblica sottoscrizione, di un Comitato cittadino formatosi nel dopoguerra. Aprì al pubblico l’11 ottobre 1953 (una sala di 80 mq., quattro grandi tavoli, 32 posti a sedere nello storico edificio cinquecentesco della Provvederia, in via Palazzo 2, di fronte al Municipio) e fu organizzata secondo i criteri della public library anglosassone.

Alle finalità di una “biblioteca di tutti” prestò sempre attenzione la prima direttrice, Rosanna Saccardo, secondo cui: “La biblioteca è un’istituzione destinata a svilupparsi nel tempo lungo due direttive strettamente complementari: i servizi che rende ai cittadini e l’indice di gradimento manifestato dalla frequenza degli utenti”.

Negli anni cinquanta si cominciò a sentire l’esigenza di alcune succursali, le prime furono a Favaro Veneto e a Marghera, l’inizio di quello che oggi è il Sistema Bibliotecario Urbano di Venezia (SBU), 20 biblioteche tra la città di terra e acqua. Tra la fine degli anni sessanta e il primo lustro degli anni settanta molte le iniziative degli utenti per chiedere un luogo più congruo ad ospitare la Biblioteca visto l’alto afflusso. La biblioteca venne anche occupata. Nell’ottobre del 1976 la BCM trovò una sede più ampia in via Piave, nello stabile resosi disponibile per la cessazione degli uffici del dazio (430 mq. e 70 posti a sedere).

Nell’ottobre del 1994, il Comune di Venezia, a seguito dell’acquisto e restauro in via Miranese di una ex vetreria, inaugurò la nuova biblioteca nella sede di Via Miranese. Da marzo 2013 la biblioteca civica si è ingrandita con l’apertura della nuova sede in Villa Erizzo (VEZ). E' stata mantenuta la doppia sede fino al 31 dicembre 2014 momento in cui l'ubicazione di via Miranese è stata chiusa definitivamente. 

Spazi e patrimonio

Superficie totale: mq 2015
Area destinata al pubblico: mq 1105
Posti di lettura: n. 87
Saletta polifunzionale: n. 42
Postazioni per consultazione cataloghi: n. 3
Postazioni internet “cittadinanza digitale”: n. 20

Il patrimonio è composto da circa 100.000 volumi clissificati appartenenti a tutte le aree disciplinari mentre la sezione multimediale è formato da: 7.200 cd musicali e 5.000 film in dvd e VHS. Più di 1.500 cd musicali e 1.200 dvd sono “sfogliabili” negli appositi espositori. Sono presenti inoltre 280 riviste, annate correnti e arretrate, 22 quotidiani su carta di cui le testate locali conservate in microfilm e consultabili con visore. Ai tradizionali quotidiani su carta si aggiunge la versione on-line per moltissime testate di tutto il mondo che sono disponibili dalla piattaforma MediaLibrayOnLine.

Galleria immagini

Scaffali di libri presenti nella biblioteca.
I volumi organizzati nello specifico archivio.
L'archivio chiuso contenente i vari volumi.
Angolo lettura vicino alle scale della sede di Villa Erizzo.
La sala riunioni presente al secondo piano di Villa Erizzo.

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche