Venipedia®

Ricevi un contenuto come questo, ogni giorno nella tua e-mail
Un contenuto al giorno, per te è la newsletter che ti tiene compagnia, alle 8 del mattino (e sì, puoi sospenderla quando vuoi).

Per attivarla accedi con il tuo account o creane uno nuovo.

Marcello Nicolò fu il 69° doge della Serenissima (1473-1474).

Dimmi di più

Aveva 74 anni (era nato nel 1399).

Amabile e benefico era stato rettore a Brescia, Verona e Udine, poi capo del Consiglio dei X, infine procuratore di S. Marco de supra dal 12 maggio 1466.

La sua devozione e la curiosità per le reliquie lo portarono a scoprire, tra l’enorme quantità di oggetti entrati a far parte del Tesoro di San Marco durante i secoli, una cassetta contenente un pezzo di legno e un chiodo, ritenuti reliquie della Croce di Cristo. Autentiche o meno, queste reliquie furono spesso esposte e portate in processione.

Nel suo breve dogado, Marcello  continuò l’opera risanatrice delle pubbliche finanze e il nuovo conio della mezza lira d’argento fu chiamato in suo onore marcello.

Anche dal punto di vista militare e strategico il suo operato fu un proseguimento di quanto precedentemente stabilito. L’evento più importante del suo dogado fu il tentato colpo di stato avvenuto a Cipro, sventato da Pietro Mocenigo.

Fu sepolto nella Chiesa di S. Marina e il monumento funebre venne realizzato da Pietro e Tullio Lombardo tra il 1481 e il 1485.

Quando la chiesa fu chiusa al culto (1810) e poi sconsacrata (1818), le spoglie del doge e il suo monumento funebre vennero spostati nella Chiesa di S. Giovanni e Paolo. Famosi i suoi ritratti eseguiti da Tiziano e da Bellini: il primo si trova a Roma alla Pinacoteca Vaticana e il secondo a Londra alla National Gallery.

(gidi)

Galleria immagini

Incisione raffigurante il doge Marcello Nicolò
Lo stemma del doge Marcello Nicolò

Fin dal primo giorno abbiamo scelto un approccio differente: non riempire le pagine di pubblicità, non dipendere da investitori esterni e rendere disponibili i contenuti accessibili per chiunque, perché crediamo che la cultura non debba avere barriere. In questi 8 lunghi anni abbiamo scelto l'indipendenza, costruendo e autofinanziando in modo autonomo ciò che è oggi l'unica enciclopedia sull'argomento Venezia, accessibile a tutti, in modo fresco e sempre innovativo, visitata da centinaia di migliaia di persone all'anno, da tutto il mondo. È anche la tua bussola personale, grazie alle mappe che ti mostrano dove sono i luoghi di cui parliamo e come arrivarci, semplicemente premendo un pulsante. Gratuitamente. La nostra indipendenza editoriale è vitale, solo in questo modo possiamo continuare a produrre sempre più contenuti di alta qualità, verificati e aggiornati. Solo così possiamo inventare, costruire e rendere disponibili strumenti innovativi. Ora abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno e ricevi la newsletter settimanale "Cinque dall'enciclopedia".

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Supporta Venipedia

Il tuo contributo non costituisce donazione, è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi. Il rinnovo di 29€ dell'abbonamento annuale è automatico. Puoi comunque metterlo in pausa o annullare il rinnovo, in qualunque momento, dalla tua area personale.

Leggi anche