Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Impossibile non notare questa chiesa: è la primissima visione all'uscita dalla Stazione Santa Lucia.

Particolare è la sua forma circolare, il primo luogo di culto a Venezia ad avere questa peculiarità.

Ma ciò che contraddistingue questo tempio dagli altri, è sicuramente la notevole cripta cimiteriale a forma ottagonale, l'unico complesso catacombale presente nella città lagunare.

Chiesa titolata ai Santi Simeone e Giuda  e comunemente chiamata San Simeon Piccolo per distinguerla dalla vicina chiesa di San Simeone Profeta (San Simeon Grande).

L'edificio venne eretto, approssimativamente, tra il X e l'XI secolo mentre la data di consacrazione è certamente 21 giugno 1271.
Tra il 1718 e il 1738, fu completamente ripensata e ricostruita dall'architetto Giovanni Scalfarotto (1690-1764) (il cui nome è inciso nel pronao); pare che le somme necessarie alla riedificazione della chiesa, siano stata reperite dalla popolazione su iniziativa del parroco Giambattista Molin, detto "Manera", attraverso una specie di lotto con relative estrazioni.

Il 27 aprile 1738 la chiesa venne riconsacrata dal vescovo di Cittanova, Gasparo Negri.

E' possibile distinguere due diverse strutture della chiesa: la prima, composta da una gradinata di 19 scalini alla fine della quale si accede nel pronao delimitato da 4 colonne corinzie e dei pilastri su quali è presente un timpano triangolare ornato da rilievi sul marmo che raffigurano il martirio dei santi titolari realizzati da Francesco Cabianca detto Penso (1665-1737) mentre la seconda, che rappresenta il corpo principale della chiesa, è caratterizzata da un’alta cupola ovale, ricoperta di lastre di rame, su cui è presente la statua del Cristo Redentore.

Questo luogo di culto rappresenta il primo esempio di chiesa a pianta circolare e presenta quattro altari identici a edicola corinzia, dietro il presbiterio leggermente rialzato ed in centro l'altare maggiore.

I decori non sono particolarmente degni di nota, confrontandoli con altre chiese di Venezia, ma è, invece, di particolare interesse l'ampia cripta cimiteriale a forma ottagonale (con altare al centro) da cui dipartono quattro corridoi che accompagnano alle camere funerarie: in pratica, si tratta dell'unico complesso catacombale presente a Venezia.

Altri luoghi da scoprire

Prima pubblicazione: Mercoledì, 23 Maggio 2012 — Ultimo aggiornamento: Giovedì, 16 Marzo 2017

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.