Venipedia®

Venezia si apprezza per la libertà di camminare in tutto il suo territorio, ma cosa fare quando piove? Ecco 6 idee per godersi la città anche con la pioggia.

Museo di Storia Naturale

Una delle mete preferite dalle famiglie con bambini, adatto a tutte le età: tutti riescono a trovare qualcosa di interessante e stimolante. Ci sono le specie estinte, con uno scheletro quasi completo di un dinosauro di 7 metri e il cranio di un enorme coccodrillo grande tre volte quello degli alligatori di oggi e ma anche gli affascinanti grandi cetacei marini, in particolare l'esposizione delle ossa della Balena comune lunga 20 metri e le tracce sonore per ascoltare come parlano tra loro. Si possono conoscere i tre esploratori veneti che con il loro lavoro hanno innovato il collezionismo naturalistico: Giovanni Miani, Giuseppe De Reali e Giancarlo Ligabue. C'è un acquario di 5 metri per 5.000 litri che ospita le Tegnùe, rocce costruite dagli organismi marini che si differenziano dai coralli per la loro formazione a base di alghe rosse calcaree che rappresentano un particolare habitat naturale dell'Alto Adriatico.

Visita a pagamento tutti i giorni da giugno ad ottobre dalle ore 10:00 alle ore 18:00 e da martedì a domenica da novembre a maggio con orari differenti durante la settimana.

Leggere la più antica guida di Venezia

Il libro di Marco Antonio Sabellico, scritto alla fine del '400, ti porterà in viaggio per la città in un'altra epoca, che potrai vivere comodamente davanti ad un buon caffè. Tra aneddoti (un incendio a Rialto), vicissitudini (come si vestivano gli uomini e le donne) e descrizioni storico-sociali (come gestivano gli affari i mercanti), non è solo un viaggio nella storia viva di Venezia, ma anche un racconto divertente. Edito da Venipedia® Editrice.

Disponibile in formato cartaceo, e-book ed entrambi.

Scuola Grande dei Carmini

La Scuola dedicata a S. Maria dei Carmini è il luogo ideale per coloro che hanno già visto molto di Venezia, lasciandosi piacevolmente stupire da un posto intimo e minuziosamente decorato, con stucchi di Alvise Bossi, dipinti di Giambattista Tiepolo e opere lignee di Giacomo Piazzetta. In passato svolgeva l'onorevole funzione di assistenza, sostegno religioso ed economico ai confratelli, dispensava elemosine ai poveri e ai malati e concorreva ai loro funerali, oltre al fornire di dote le fanciulle per il matrimonio o per la monacazione.

Visita a pagamento tutti i giorni da aprile ad ottobre dalle ore 11:00 alle ore 17:00 e da novembre a marzo dalle ore 11:00 alle ore 16:00.

Teatro la Fenice

La culla del teatro veneziano, risorto dalle ceneri dopo il disastroso incendio del 1996, ricostruito su immagine e somiglianza dell'originario. Un luogo senza tempo che raccoglie consensi sia dagli amanti dell'opera lirica e sinfonica, sia da coloro che apprezzano gli spettacoli di danza e i concerti di musica da camera. Istituzione sempre sensibile ai residenti veneziani, ai quali ogni anno riserva dei biglietti a prezzo agevolato, ospita eventi tradizionali quale il Veneziano dell'anno e collabora con le principali istituzioni di formazione veneziane. Oltre alla visione degli appuntamenti previsti dal ricco calendario, è possibile visitare il teatro e la sua mostra permanente dedicata a Maria Callas.

Visite a pagamento tutti i giorni in genere dalle ore 09:30 alle 18:00 (per ragioni artistiche o tecniche, è possibile una variazione dell'orario d'apertura).

Libreria Acqua Alta

Raccontare questo piccolo angolo di cultura veneziana è piuttosto difficile e il suo essere fuori dall'ordinario l'ha eletta una delle dieci librerie più belle al mondo. Un ambiente magico, dove gli accaniti lettori possono perderci lunghe ore mentre i semplici appassionati della lettura, in Calle Lunga Santa Maria Formosa, non potranno mai scordare questo luogo bizzarro: non solo semplici e meravigliosi libri di ogni genere ed epoca ma anche altri stravaganti oggetti: una gondola, un timone, due arrugginite vasche da bagno, e molto altro.

La libreria è aperta gratuitamente tutti i giorni dalle ore 09:00 alle ore 20:00.

Fondazione Querini Stampalia

Tante cose in un unico grande Palazzo: la residenza dei Querini Stampalia. Un'autentica casa-museo con antichi e preziosi arredi, dipinti, porcellane, globi, tessuti e sculture perfettamente mescolate con le magnifiche decorazioni delle sue sale, un ambiente per esposizioni temporanee spesso contemporanee, una biblioteca contenente più di 350.000 volumi tra opere antiche e libri moderni, un giardino che parla di architettura di alto livello: rappresenta uno tra i più importanti lavori dell'architetto Carlo Scarpa.

Visitabile a pagamento tutti i giorni, tranne il lunedì, a partire dalle ore 10:00; gli orari di apertura variano in base agli ambienti che si desidera vedere.

Leggi anche