Venipedia®

L’idea di istituire un museo all’interno della Basilica di San Marco venne a Pietro Saccardo, Proto di San Marco a partire dal 1887.

Il piano originale, interrotto in seguito alla caduta del campanile nel 1902, prevedeva di riunire il materiale espositivo all’interno delle sale sopra al nartece, nell’ala Nord-Ovest . Per vedere finalmente attuato il progetto di Saccardo si dovette aspettare il 1927, anno di apertura ufficiale del museo (Il Proto allora era Luigi Marangoni).

L’area espositiva è stata ampliata a partire dal 1986 e ad oggi comprende anche la Sala Ongania e la sala dei banchetti. Quest’ultima, scoperta recentemente costituiva un punto di raccordo con la residenza dogale, salvo poi essere incorporata all’interno della basilica a partire dall’Ottocento. Al suo interno i possono ammirare gli affreschi di Jacopo Guarana.

Galleria immagini

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche