Venipedia®

Esteticamente, risulta uno dei palazzi più spogli di Venezia con la sua facciata in mattoni scuri ma facilmente si può capire quale potesse essere il suo ruolo: immagazzinare enormi quantitativi di merci.

La funzione di questo Fondaco del Megio, infatti, era quello di conservare granaglie e in particolare il miglio (da qui deriva il termine megio, traduzione in veneziano della parola "miglio"), cereale di scarso valore rispetto al grano e destinato al popolo per far fronte a eventuali carestie alimentari.

Attualmente, ospita una struttura scolastica.

Si affaccia sul Canal Grande e vicino è posizionato il Fontego dei Turchi mentre di fronte la Chiesa di San Marcuola.

Al centro della parete esterna è presente un recente barrorilievo del Novecento raffigurante il Leone di San Marco realizzato dallo scultore Carlo Lorenzetti; questo simbolo veniva apposto dalla Repubblica su ogni edificio pubblico.

Galleria immagini

Il Fontego del Megio.

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche