Venipedia®

I primissimi insediamenti nell'Isola di San Servolo risalgono al VII secolo quando una compagnia di monaci benedettini la occuparono. Al tempo, esisteva già una chiesa ed era dedicata a San Cristoforo. Poco dopo, i religiosi decisero di costruirne una nuova dedicandola a San Servilio, martire di Trieste. Il luogo venne poi passato alle monache dello stesso ordine benedettino e nel 1725 giunsero i Padri Ospitalieri di San Giovanni di Dio che vi trasferirono il loro Ricovero degli Ammalati e decisero di riedificare nuovamente il luogo di culto. Vennero incaricati gli architetti Tommaso Temanza per la fabbricazione della chiesa e Giovanni Scalfarotto per l'edificazione del convento. 

La struttura architettonica della chiesa, a pianta centrale, risulta essere fuori dai soliti canoni architetturali, avendo due bassi ed eleganti campanili e la facciata parzialmente coperta da un bel porticato che poggia su svettanti colonne, il tutto piacevolmente decorato da due statue raffiguranti Angeli realizzati da Giovanni Ferrari. Nel 1810, la chiesa si è arricchita di un organo Nacchini, proveniente dalla chiesa di Santa Maria del Pianto ora abbattuta. 

All'interno, sono meritevoli di nota i dipinti del soffitto della navata e del presbiterio di Jacopo Marieschi che raffigurano rispettivamente “La gloria di San Giovanni di Dio davanti alla Vergine” e “Le tre virtù teologali” e le opere di Francesco Maggiotto la "Sacra Famiglia" e "San Giovanni di Dio adora il Crocifisso".

Sulla presenza inusuale dei due campanili sono stati costruiti due modi di dire per intendere la pazzia: "ti xe ai do campanili" o "ti ga i do campanili".

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche