Venipedia®

Le origini della chiesa risultano essere molto antiche: venne fabbricata nel 699 per volontà della famiglia Candiana detta Sanudo e titolata ai Santi Maurizio, Lazzaro e Adriano.

Nel 1105 la costruzione subì un esteso rogo che la distrusse completamente; venne pertanto ricostruita e durò fino al 1590, anno in cui venne riedificata e consacrata. Vennero apportati nuovi lavori di restauro all'edificio nel 1795 su decisione del nobile Pietro Zaguri ed eseguiti su progetto degli architetti Antonio Diedo e Giovanni Antonio Selva, alcuni bassi rilievi vennero realizzati da Bartolomeo Ferrari e altri da Luigi Zandomeneghi

La chiesa è in stile neoclassico, la cui facciata, molto lineare, è decorata con bassorilievi e statue; al suo interno, opera di rilievo, è un dipinto intitolato Martirio di San Maurizio di un artista anonimo e un crocefisso ligneo del XVII secolo progettato dal Selva.

Con i decreti napoleonici 'eversivi' del 1810 la parrocchia di San Maurizio venne soppressa e divenne oratorio della parrocchia di Santo Stefano. 

Curiosa è la storia del parroco Giacomo Tanto che con il suo gesto deplorevole, avvenuto nel 1319, infangò il buon nome della chiesa: egli assassinò, per rapina, un altro sacerdote e per questo gesto venne condannato e subì la pena della cheba (vennè cioè rinchiuso in una gabbia sospesa al campanile di San Marco, a pane ed acqua, fino alla sua morte).

Attualmente, la chiesa accoglie mostre e vari eventi di natura culturale e ospita il Museo della Musica dove sono esposti più di 150 strumenti musicali e opere del barocco musicale.

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche