Venipedia®

Ricevi un contenuto come questo, ogni giorno nella tua e-mail
Un contenuto al giorno, per te è la newsletter che ti tiene compagnia, alle 8 del mattino (e sì, puoi sospenderla quando vuoi).

Per attivarla accedi con il tuo account o creane uno nuovo.

Localizzata nell'omonimo campo, questa chiesa tende a passare un pò inosservata considerando la vicinanza alla magnifica sede dell'Ateneo Veneto.

Una volta arrivati a Campo San Fantin, non si può non visitare lo spettacolare Teatro La Fenice. Ne resterai piacevolmente impressionato.

Dimmi di più

La chiesa sembra sia stata costruita per la prima volta nel IX secolo su iniziativa delle famiglie patrizie Barozzi, Aldicina e Equilia. Venne ricostruita tra il XII ed il XIII secolo per merito della famiglia Pisani e dall'Oriente venne trasportata un'immagine miracolosa della Vergine Maria; il luogo di culto venne così rinominata di Santa Maria delle Grazie e di San Fantino.

Nei primi anni del XVI secolo, venne abbattuta e ricostruita: per quanto riguarda il progetto, ci sono parere discordanti tra coloro che ritengono sia stata costruita su disegno di Tullio Lombardo o di Antonio Abbondi detto lo Scarpagnino, il quale morì prima del termine dei lavori. Il Sanudo, nella sua opera Diari, scrisse che nel 1507 il doge vi appose la prima pietra. Dopo la morte dello Scarpagnino, le attività vennero affidate a Jacopo Sansovino, che pare venne aiutato da Alessandro Vittoria. che costruì il presbiterio, l'abside e nel 1564 la cappella principale.

A partire dal 1810, la chiesa diventò sussidiaria della Chiesa di Santa Maria Zobenigo.

Al suo interno troviamo tre navate precedute da un vestibolo e si trovano opere di Jacopo Palma il Giovane quali "La deposizione di Cristo nel sepolcro" e "Il doge Alvise Mocenigo con la Signoria inginnochiato dinanzi alla Vergine in gloria", una grande tela dell'artista Giuseppe Heintz quale "La Vergine presso la quale i Santi Giovanni Evangelista, Rocco e Teodoro e il parroco Giovanni Pomelli intercedono per liberare Venezia dalla peste", e il monumento funebre del senatore Vinciguerra Dandolo.

Da fonti antiche, risulta che nella zona fosse presente la residenza di Vittor Pisani.

Causa problemi statici dell'area del presbiterio, la chiesa non può più essere utilizzata per il culto ma può ospitare mostre. 

Galleria immagini

La facciata della chiesa di San Fantin.

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche