Venipedia®

La Biblioteca Nazionale Marciana è nata da un’idea di Francesco Petrarca, che nel 1362 aveva deciso di regalare i suoi libri a Venezia per fondare una biblioteca pubblica. Il progetto non andò in porto e si realizzò soltanto nel 1537, quando si iniziò la sua costruzione in Piazzetta San Marco, su progetto di Jacopo Sansovino. L’impulso venne dato dalla grossa raccolta libraria che il cardinale Bessarione aveva donato alla Serenissima nel 1468.

Attualmente la sede principale della biblioteca è situata nell'antica Zecca, e si snoda fino al Palazzo della Libreria Sansoviniana.

La biblioteca conserva soprattutto opere di cultura antica e di tipo letterario, filosofico, storico e patristico, oltre a materiali di cartografia, grafica, musica e teatro. Naturalmente vi si trovano importanti raccolte di cultura veneta e un’ampia offerta dell’editoria veneziana, visto che fin dal 1603 la Biblioteca riceve regolarmente una copia di tutta la produzione editoriale del territorio.

Con questo “Diritto di stampa” le collezioni si sono incrementate anche di narrativa contemporanea. In Biblioteca Marciana è conservato circa un milione di volumi, di cui 17756 manoscritti, 2887 incunaboli, 24060 cinquecentine ed oltre 4000 periodici.

I servizi offerti dalla biblioteca sono: consultazione, informazioni bibliografiche, prestito locale, prestito interbibliotecario e fornitura documenti, riproduzioni. L’età minima per consultare i libri a stampa è di 16 anni, mentre è di 18 anni per poter consultare manoscritti o libri rari e di pregio.

Tra i vari servizi messi a disposizione, la Biblioteca Nazionale Marciana offre un servizio dedicato ai non vedenti, ipovedenti e dislessici nell'ambito del progetto Libro Parlato Lions, che permette l’accesso ad un database di opere in formato MP3, in CD o in audiocassette.

I cataloghi della biblioteca permettono di reperire tutte le opere possedute, siano esse a stampa (cataloghi a schede e online) o manoscritte (cataloghi a stampa e manoscritti). Il catalogo online fa parte del catalogo collettivo di 23 biblioteche veneziane, che formano il Polo di Venezia del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN).

Oltre al patrimonio bibliografico, la Biblioteca Marciana possiede anche un notevole patrimonio artistico, che si trova nella sua area monumentale, il Palazzo della Libreria Sansoviniana. Qui si possono ammirare opere dei più importanti artisti del rinascimento veneziano, quali: Tintoretto, Paolo Veronese, Tiziano Vecellio, e molti altri.

Le  Sale Monumentali delle biblioteca fanno parte del Percorso Museale Integrato dei Musei di Piazza San Marco: con un biglietto unico si possono visitare anche il Palazzo Ducale, il Museo Correr e il Museo Archeologico. L’ingresso per accedere alle Sale Monumentali è lo stesso del Museo Correr.

Galleria immagini

Logo della Biblioteca
Esterno della Biblioteca

Viaggiare è meraviglioso, se viaggi nella conoscenza lo è doppiamente. Con Venipedia Supporter ricevi la newsletter Cinque dall'Enciclopedia, ogni lunedì alle 9 in punto. In più è un buon modo per aiutarci a rendere questo viaggio insieme sempre più partecipativo, confortevole, utile e stimolante: nella conoscenza, nella scoperta, nell’esplorazione, nella bellezza, nell’ispirazione e in quanto può migliorare il futuro di tutti noi. Giorno dopo giorno. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati a Venipedia Supporter

Venipedia Supporter è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi (come la newsletter Cinque dall'Enciclopedia e l'area La tua voce, che si rinnova automaticamente alla scadenza se non decidi di disdirlo o sospenderlo, dalla tua area personale (devi avere un account Venipedia).

Leggi anche