Venipedia®

Ricevi un contenuto come questo, ogni giorno nella tua e-mail
Un contenuto al giorno, per te è la newsletter che ti tiene compagnia, alle 8 del mattino (e sì, puoi sospenderla quando vuoi).

Per attivarla accedi con il tuo account o creane uno nuovo.

In pietra con spallette, questo attraversamento pedonale prende il nome dall'attiguo edificio ex Ospedale degli Incurabili.

Ciò che lo rende unico, però, è il ricordo all'autore russo Brodskij, che alla Fondamenta degli Incurabili e alla città di Venezia dedicò un libro. 

Dimmi di più

Percorrendo la soleggiata Fondamenta delle Zattere, in direzione della Madonna della Salute e della Punta della Dogana, ci si imbatte in questo ponte, a pochi passi dal Ponte de la Calcina (luogo che richiama alla mente l'altro celebre scrittore John Ruskin).

Il Ponte degli Incurabili deve il suo nome all'edificio che si affaccia sul Canale della Giudecca, l'ex Ospedale degli Incurabili, oggi sede principale dell'Accademia di Belle Arti di Venezia. La costruzione risale al XVI secolo e venne fondata per aiutare le persone affette da malattie, come la sifilide, al tempo inguaribili. Divenne poi orfanotrofio, ospitando bambini abbandonati e orfani.

Poco prima di raggiungere il ponte, una targa, in russo e in italiano, recita: 

Brodskij Iosif (1940-1996), grande poeta russo,  premio Nobel, amò e cantò questo luogo

Tale fu l'amore per la città lagunare che Brodskij decise di rimanere a Venezia, la cui tomba si trova ancora oggi nel Cimitero di San Michele.

Galleria immagini

Il nizioleto che indica il Ponte degli Incurabili.
Scendendo il ponte e percorrendo la Fondamenta versi la Basilica della Salute.
La targa commemorativa dedicata a Iosif Brodskij.

Fin dal primo giorno abbiamo scelto un approccio differente: non riempire le pagine di pubblicità, non dipendere da investitori esterni e rendere disponibili i contenuti accessibili per chiunque, perché crediamo che la cultura non debba avere barriere. In questi 8 lunghi anni abbiamo scelto l'indipendenza, costruendo e autofinanziando in modo autonomo ciò che è oggi l'unica enciclopedia sull'argomento Venezia, accessibile a tutti, in modo fresco e sempre innovativo, visitata da centinaia di migliaia di persone all'anno, da tutto il mondo. È anche la tua bussola personale, grazie alle mappe che ti mostrano dove sono i luoghi di cui parliamo e come arrivarci, semplicemente premendo un pulsante. Gratuitamente. La nostra indipendenza editoriale è vitale, solo in questo modo possiamo continuare a produrre sempre più contenuti di alta qualità, verificati e aggiornati. Solo così possiamo inventare, costruire e rendere disponibili strumenti innovativi. Ora abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno e ricevi la newsletter settimanale "Cinque dall'enciclopedia".

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Supporta Venipedia

Il tuo contributo non costituisce donazione, è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi. Il rinnovo di 29€ dell'abbonamento annuale è automatico. Puoi comunque metterlo in pausa o annullare il rinnovo, in qualunque momento, dalla tua area personale.

Leggi anche