Venipedia®

Ricevi un contenuto come questo, ogni giorno nella tua e-mail
Un contenuto al giorno, per te è la newsletter che ti tiene compagnia, alle 8 del mattino (e sì, puoi sospenderla quando vuoi).

Per attivarla accedi con il tuo account o creane uno nuovo.

Giovanni Dandolo fu il 48° doge della Serenissima (1280-1289).

Dimmi di più

Era stato capitano generale da mar, bailo a Tiro, podestà a Bologna e Padova, conte di Ossero.

Durante il suo dogado ebbe fine il conflitto con Ancona (1281), che era esploso 10 anni prima, e la Repubblica assunse il ruolo di grande potenza durato fino alla morte di Maometto II il Conquistatore (1481).

Sotto Giovanni Dandolo si vararono modifiche drastiche riguardanti l’organizzazione della navigazione e del commercio e nuove regole per sostenere la particolare struttura costituzionale della città che si cristallizzò sino alla fine della Repubblica aristocratica (1297-1797).

Dopo la pace con Ancona, il doge rifiutò di aderire alle richieste di aiuto del papa Martino IV, che voleva scacciare Pietro III d’Aragona impossessatosi della Sicilia dopo i Vespri siciliani (30 marzo 1382), e si attirò l’interdetto (1284) poi ritirato da Onorio IV (dicembre 1285).

Il 31 ottobre 1284 fu coniato il primo ducato veneziano o Zecchino, moneta che diventò una tra le più ricercate nel Mediterraneo.

Nel 1286 Giovanni si oppose alla proposta di ridurre il numero di aderenti al M.C., limitandone l’accesso solo per via ereditaria e dare così alla Repubblica una forma oligarchica: la proposta fu ripresentata con successo nel 1297.

(gidi)

Galleria immagini

Incisione raffigurante il doge Giovanni Dandolo.
Lo stemma del doge Giovanni Dandolo

Fin dal primo giorno abbiamo scelto un approccio differente: non riempire le pagine di pubblicità, non dipendere da investitori esterni e rendere disponibili i contenuti accessibili per chiunque, perché crediamo che la cultura non debba avere barriere. In questi 8 lunghi anni abbiamo scelto l'indipendenza, costruendo e autofinanziando in modo autonomo ciò che è oggi l'unica enciclopedia sull'argomento Venezia, accessibile a tutti, in modo fresco e sempre innovativo, visitata da centinaia di migliaia di persone all'anno, da tutto il mondo. È anche la tua bussola personale, grazie alle mappe che ti mostrano dove sono i luoghi di cui parliamo e come arrivarci, semplicemente premendo un pulsante. Gratuitamente. La nostra indipendenza editoriale è vitale, solo in questo modo possiamo continuare a produrre sempre più contenuti di alta qualità, verificati e aggiornati. Solo così possiamo inventare, costruire e rendere disponibili strumenti innovativi. Ora abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Supporta la qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno e ricevi la newsletter settimanale "Cinque dall'enciclopedia".

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Supporta Venipedia

Il tuo contributo non costituisce donazione, è un abbonamento annuale che ti dà accesso a servizi aggiuntivi. Il rinnovo di 29€ dell'abbonamento annuale è automatico. Puoi comunque metterlo in pausa o annullare il rinnovo, in qualunque momento, dalla tua area personale.

Leggi anche