Venipedia®

Uno dei maggiori ponti di Venezia: dopo i quattro ponti presenti sul Canal Grande (Rialto, Scalzi, Accademia e il Ponte della Costituzione) e, insieme al ponte delle Guglie, attraversa il rio di Cannaregio.

Denominato, in origine, ponte di San Giobbe per la sua vicinanza alla omonima chiesa, è stato ribattezzato dal popolo Ponte dei Tre Archi per essere l'unico superstite di ponte veneziano a tre arcate; in passato esistevano, il Ponte di San Lorenzo in pietra come dimostra il dipinto di Gentile Bellini Il miracolo della Croce a San Lorenzo e altri, tra cui lo stesso di San Giobbe o quello di Rialto che però erano in legno e levatoi al centro.

Ricostruito dalla struttura in legno a quella in pietra nel 1533, in epoca privo delle spallette di protezione e dotato di gradini molto più lunghi e più bassi, subì una nuova ricostruzione che non apportò grossi cambiamenti, a opera di Andrea Tirali; l'ultimo restauro risale alla fine agli anni ottanta del XX secolo.

E' caratterizzato da una struttura a tre arcate, due laterali di piccole dimensioni e una centrale molto ampia.

Galleria immagini

dettaglio del ponte dei tre archi
Veduta del ponte

Sfrutti a pieno i contenuti e la qualità di Venipedia, contribuisci a creare un futuro migliore grazie a Venipedia Virtuosa. Puoi disdire quando vuoi. Abbonati alla qualità di Venipedia, con soli 29€ l'anno (offerta limitata)

Sempre tuoi,
i Mastri Venipediani

Abbonati

Ottieni il massimo, rendi migliore il futuro. Attivamente.
Il tuo abbonamento ci aiuta a supportare le realtà meritevoli e contribuisce a creare un futuro migliore per tutti, grazie a Venipedia Virtuosa: insieme a noi, contribuisci infatti alla piantumazione costante di nuovi alberi in Amazzonia e allo sviluppo di nuove tecnologie per la rimozione del carbonio dall’atmosfera.

Nessun vincolo richiesto, puoi disdire quando vuoi.
Il tuo sistema di pagamento verrà addebitato automaticamente, in anticipo. Tutti gli abbonamenti si rinnovano automaticamente. Puoi disdire quando vuoi prima del successivo rinnovo. Gli abbonamenti rinnovati non sono rimborsabili. In caso di disdetta successiva alla data di rinnovo, avrai accesso per tutto il periodo attivo fino alla data di rinnovo successiva prevista, dopo la quale non avrai più accesso e nessun ulteriore importo ti sarà addebitato. Offerte e prezzi sono soggetti a cambiamento senza nessun preavviso.

Leggi anche