Venipedia: much more than an encyclopedia of Venice. – The best guide of Venice.

Un prestigioso riconoscimento che dal 1978 premia persone e istituzioni veneziane che hanno dato un notevole contributo alla città lagunare.

L'obiettivo fondamentale dell'associazione Settemari, Comitato promotore del premio, è la conservazione del modo di vivere delle genti lagunari ed il perpetuarsi della venezianità.

Un riconoscimento, un premio, un'occasione di incontro e di festa annuale per onorare un Veneziano che con il suo lavoro e il suo impegno ha reso un grande contributo a Venezia e ai Veneziani.

Il premio, ormai di pluridecennale durata, ha visto protagonisti personaggi di spicco, sia nel territorio, sia a livello nazionale ed internazionale.

Organizzatrice e promotrice del premio è l'associazione Settemari di Venezia, fondata nel 1977 e che ogni anno a partire dal 1978 costituisce il Comitato promotore del premio "Veneziano dell'anno" operando con il patrocinio dell'associazione stessa.

Le radici storiche del premio risalgono ad un preciso momento storico dove maturava sempre più fortemente un sentimento di confronto-conflitto tra le diverse generazioni, che vedeva in contrapposizione il passato e le tradizioni contro il futuro e la modernità. Era fondamentale mantenere vivo e inalterato nel tempo lo spirito e lo "stato d'animo" veneziano, quell'impegno civile finalizzato al servizio e bene comune, tanto da ritrovarlo ben radicato nell'articolo 3 dello Statuto dell'associazione: "..promuovere e concorrere alla realizzazione di ogni iniziativa il cui obiettivo sia culturale, sportivo, sociale, ricreativo, nel quadro delle più schiette tradizioni veneziane, avendo cioè come obiettivo fondamentale la conservazione del modo di vivere delle genti lagunari ed il perpetuarsi della venezianità...".

Altro aspetto che spiega bene il valore del premio è rappresentato da una delle attività più importanti seguite dalla Settemari per il recupero e il rilancio delle tradizioni veneziane negli anni: l'impegno dimostrato in favore della voga all'impiedi ovvero voga alla veneta, facendo scoprire questa particolare tecnica all'intera collettività e appassionando anche le nuove generazioni. Molto importante il loro contributo per la rinascita del Carnevale, grazie all'organizzazione di incontri ed esposizioni, oltre alla pubblicazione di volumi su vari temi come: le isole abbandonate della laguna, le imbarcazioni tradizionali, la cantieristica minore.

Lo stesso spirito viene mantenuto vivo anche nell'organizzazione del premio, il cui evento di premiazione viene svolto nelle prestigiose sale del Gran Teatro La Fenice, cornice spettacolare e mozzafiato, tra i simboli più importanti di Venezia e delle sue eccellenze.