Venipedia®

Per chi ama visitare la città in tranquillità, senza la calca dei turisti, il sestiere Dorsoduro può essere un percorso alternativo al solito tragitto verso la celeberrima Piazza San Marco.

Esso comprende l'isola della Giudecca e l'omonimo canale.

Consigliata una passeggiata lungo la riva baciata dal sole delle Zattere, soprattutto nella mezza stagione che si evita l'afa e il caldo eccessivo dell'estate.

Confina con il sestiere di S.Croce e il sestiere di S.Polo con il sestiere di S.Marco attraverso il Ponte dell'Accademia. La presenza di varie sedi dell'Università Cà Foscari ne fa anche un quartiere universitario.

Se si proviene con il vaporetto da S.Marco e si sbarca alla fermata della Salute troviamo subito la Basilica della Madonna della Salute, eretta come ringraziamento alla Madonna per la liberazione della città dalla peste, la collezione d'arte Peggy Guggheneim e, percorrendo la soleggiata riva delle Zattere verso Piazzale Roma, troveremo le Gallerie dell'Accademia e il relativo ponte.

Proseguendo incontreremo Cà Rezzonico con il suo museo del settecento veneziano e il Campo Santa Margherita dove c'è vita fino a tarda sera e dove nei locali ci si trova per bere l'aperitivo veneziano, lo spritz.

Passando all'Isola della Giudecca e percorrendo la riva del canale omonimo, non si può non visitare la Basilica del Santissimo Redentore, la prima chiesa eretta dalla cittadinanza in occasione della peste nel XVI secolo e che ogni anno viene festeggiata alla terza domenica di luglio con un ponte votivo di barche che attraversa il Canale della Giudecca mentre, verso la fine dell'isola, si potrà visitare la Chiesa di Sant'Eufemia del IX secolo dallo stile veneto-bizantino.

 

 

 

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Giovedì, 26 Aprile 2012 — Aggiornato: Giovedì, 28 Marzo 2013