Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Tra le più antiche famiglie veneziane provenienti da Roma alla metà del secolo ottavo, secondo il testo di F. Schroder, e giunta da Torcello, si trasferì poi a Rialto durante il dogado di Angelo Partecipazio. 

Annoverata tra le famiglie patrizie con la Serrata del Maggior Consiglio (1297) si divise in più rami ed ebbe al suo interno molte personalità importanti.

Diplomatici e comandanti militari, senatori, procuratori e uomini di chiesa tra cui Papa Gregorio XII e il Cardinale Antonio Correr, nipote di Gregorio e da lui avviato alla carriera ecclesiastica.

Angelo, Patriarca di Costantinopoli e poi Cardinale di San Marco, fu eletto pontefice il 30 novembre 1406 col nome di Papa Gregorio XII in pieno scisma d'Occidente e mentre Benedetto XIII era Papa ad Avignone, fu costretto a rinunciare al papato nel 1415 e si attese la sua morte per rieleggere il nuovo Papa che fu Martino V.

Angelo, ricoprì molti incarichi diplomatici e amministrativi fu nominato ambasciatore d'Inghilterra e poi presso la corte di Francia e rivelò qualità che lo portarono ad essere particolarmente gradito a Richelieu, nelle biografie venne citato come grande oratore e confidente dei potenti. Fu più volte eletto a ruoli importanti nei massimi uffici della Serenissima tanto che fu uno dei principali candidati al dogado. Fu sepolto nella Chiesa dei Frari.

Teodoro dopo un avvio giovanissimo alla carriera politica, vestì in età matura l'abito da abate, consacrò la vita allo studio e alla passione del collezionismo, nel periodo precedente la caduta della Repubblica e con la conseguente dominazione straniera si verificò un periodo estremamente favorevole per reperire preziosi oggetti da collezionare per la dissoluzione di molti patrimoni nobiliari, alla sua morte lasciò in dono la sua collezione con l’intenzione precisa di farne un museo per la città, nacque da questo lascito il Museo Correr. Teodoro lasciò, per testamento, che una cifra cospicua di denaro venisse destinata ad allestirne l’esposizione, con precise indicazioni sull’organizzazione del personale e gli orari di apertura. Nel caso la raccolta non fosse più utilizzata dalla pubblica istituzione, dispose che tutta si convertisse a beneficio dei poveri.

Contributo a Venezia:

Fontego dei Turchi: Teodoro Correr nacque ed abitò nella casa in salizzada del Fontego dei Turchi a S. Croce 1721 e 1728, ed è lì che prese corpo la collezione che diede poi luogo al Museo Correr. Visibile ancora l'iscrizione “Raccolta Correr” sul portale a terra dell'abitazione.

Palazzo Contarini Correr a Santa Fosca Cannaregio 2214-2217: La famiglia Correr acquistò il palazzo dai Contarini.

Altre persone da conoscere

Prima pubblicazione: Martedì, 28 Agosto 2012 — Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 07 Gennaio 2015

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.