Venipedia®

Ricevi un contenuto come questo, ogni giorno nella tua e-mail
Un contenuto al giorno, per te è la newsletter che ti tiene compagnia, alle 8 del mattino (e sì, puoi sospenderla quando vuoi).

Scopri di più | Per attivarla accedi con il tuo account o creane uno nuovo.

Andrea Vendramin fu il 71° doge della Serenissima (1476-1478).

Dimmi di più

Aveva 83 anni (era nato nel 1393) e dal 19 giugno 1467 era procuratore di S. Marco de citra.

Dopo l’elezione, durante il giro in pozzetto in Piazza S. Marco, il neo doge non distribuì monete d’argento, ma d’oro e poi nel corso del suo breve dogado fu prodigo e munifico con tutti i bisognosi e magnanimo, tanto da meritarsi un riconoscimento ufficiale da papa Sisto IV, che per la sua bontà d’animo gli conferì la Rosa d’Oro, poi depositata nel Tesoro di S. Marco.

Era sposato con Regina Gradenigo che gli aveva dato 12 figli (6 maschi e 6 femmine).

Fu sepolto nella Chiesa dei Servi, il monumento funebre venne realizzato da Tullio Solari, detto Lombardo (1455-1532), e quando la chiesa fu distrutta le sue spoglie con tutto il monumento vennero traslate nella Chiesa di S. Giovanni e Paolo (1817).

(gidi)

Galleria immagini

Incisione raffigurante il doge Andrea Vendramin
Lo stemma del doge Andrea Vendramin.

Leggi anche