Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Michele Steno fu il 63° doge della Serenissima (1400-1413).

Aveva 69 anni, essendo nato a Venezia intorno al 1331, e vantava una gioventù burrascosa: una bravata al tempo del doge Falier (1354-1355) aveva innescato la reazione del doge, offeso da alcune scritte rivolte a lui e alla dogaressa; l’abitudine d’infilarsi nel letto di qualche ragazza, meglio se monaca, e abusarne, ma poi mise la testa a posto e si costruì un cursus honorum di qualità.

Assunse la carica il 19 dicembre e ricevette grandi feste: in quell’occasione nacquero le Compagnie della calza, cioè le associazioni di giovani patrizi che organizzavano feste ogni qualvolta c’era qualcosa o qualcuno da festeggiare.

Il suo dogado si estese sulla terraferma, con le fondamentali acquisizioni di Verona, Padova, Vicenza, Treviso, Ceneda, Feltre, Belluno, Cividale, i Sette Comuni oltre al riacquisto di Zara e di parte della Dalmazia, e vide nascere effettivamente lo Stato da terra, mentre la politica in Levante cambiava radicalmente dal tempo delle acquisizioni a quello difensivo e conservativo dello Stato da mar, ovvero degli spazi acquisiti e minacciati dalla potenza emergente turca.

Nella Chiesa di San Giovanni e Paolo risulta essere presente un monumento funebre in memoria del doge Michele Steno.

 

(gidi)

Altre persone da conoscere

Pubblicato: Giovedì, 04 Aprile 2013 — Aggiornato: Venerdì, 14 Giugno 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.