Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Domenico Selvo fu il 31° doge della Serenissima (1071-1085).

Accreditato di alto lignaggio e di discendenza romana, godeva di ottimi rapporti internazionali: già consigliere ducale e ambasciatore (1050) presso il sacro romano imperatore Enrico III (1039-1056), sposò Teodora, sorella del basileus Michele VII, che gli concesse il titolo di protoproedro, la più alta dignità della magistratura bizantina.

Grazie a Teodora, i rapporti di Venezia con Costantinopoli diventarono se possibile ancora più stretti, ma a Venezia Teodora fu motivo di scandalo e la sua morte fra gli spasimi della cancrena sembrò ai venetici un castigo divino per le sue abitudini considerate lascive: Teodora era accusata di lusso eccessivo perché per portarsi il cibo alla bocca, anziché le mani, come facevano tutti i buoni cristiani, usava una forchetta d’oro, faceva il bagno tutti i giorni in una vasca d’acqua profumata e ogni mattina s’inumidiva il viso con la rugiada raccolta per lei da schiavi premurosi ...

Deposto e costretto a ritirarsi in convento, Domenico Selvo morì tre anni dopo (1087). Le sue spoglie furono sistemate nell’atrio della Chiesa di S. Marco, ma non si sa esattamente dove. 

 

(gidi)

Altre persone da conoscere

Pubblicato: Martedì, 02 Aprile 2013 — Aggiornato: Giovedì, 13 Giugno 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.