Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Girolamo Priuli fu l'83° doge della Serenissima (1559-1567).

Aveva 73 anni (era nato nel 1486) e succedeva al proprio fratello Lorenzo.

Da giovane aveva abbracciato la mercatura ed era diventato ricchissimo.

Due anni prima di diventare doge, pur non avendo fatto un’importante carriera pubblica, era stato eletto procuratore di S. Marco de ultra (30 maggio 1557).

Era sposato con Elena Diedo e aveva avuto un figlio, Lodovico.

Durante il suo dogado i turchi si mantennero tranquilli, ma i corsari infestavano l’Adriatico e allora la Repubblica fu costretta a mandare (1562) Cristoforo da Canal per tenerli a bada.

Evento importante del suo dogado fu la chiusura del Concilio di Trento (1545-1563), che confermò i fondamenti del cattolicesimo e la figura del papa quale vicario di Cristo, al che i rappresentanti di Venezia si affrettarono a riconoscerlo con piena soddisfazione del pontefice, che regalò alla Serenissima un palazzo a Roma. Girolamo fu sepolto accanto al fratello nella Chiesa di S. Domenico (Castello), ma le spoglie andarono perdute con la demolizione della chiesa.

Resta ad memoriam il mausoleo che aveva fatto costruire nella Chiesa di S. Salvador per sé e per il fratello. 

 

Altre persone da conoscere

Pubblicato: Venerdì, 05 Aprile 2013 — Aggiornato: Mercoledì, 19 Giugno 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.