Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Orso Partecipazio II fu il 18° doge della Serenissima (912-932).

Sembra appartenesse al casato dei Badoer (da Baduario, ovvero patrizio bizantino, figlio di Costantinopoli), una delle famiglie apostoliche. Non aveva quindi legami di parentela con i precedenti dogi dello stesso cognome, né con l’omonimo Orso Partecipazio (864-881), né con i due Giovanni Partecipazio (829-837 e 881-887), sebbene alcuni dicano che discendeva proprio dai Partecipazio che avevano già dato diversi dogi.

Appena eletto mandò il figlio Pietro a Costantinopoli per rinsaldare i rapporti con il basileus. Pietro ricevette per il padre il titolo di protospatario, ma, durante il viaggio di ritorno, cadde prigioniero del capo dei croati, Miroslav, che lo consegnò al re dei Bulgari, Simeone, il quale pretese dal padre un ricco riscatto.

Nel 924 il Re d’Italia Rodolfo di Borgogna ribadì al doge il diritto di batter moneta, cosa che era stata fatta per la prima volta con il doge Angelo Partecipazio.

Dopo 20 anni di pacifico governo, Orso II si ritirò a vita monastica nel Monastero dei Santi Felice e Fortunato (932) che si trovava nell’isola poi scomparsa di Ammiana, dove di lì a poco morì e fu sepolto. Venne in seguito dichiarato beato. Un suo ritratto si trova nella Chiesa della Madonna dell'Orto (Cannaregio).

 

(gidi)

Altre persone da conoscere

Prima pubblicazione: Venerdì, 29 Marzo 2013 — Ultimo aggiornamento: Giovedì, 13 Giugno 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.