Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Orso Partecipazio I fu il 14° doge della Serenissima (864-881).

Definito uomo di grande sapienza e di profonda pietà, e amante della pace, s’impegnò nel campo delle riforme religiose, oltre che civili e amministrative.

Con lui infatti ebbe fine l’elezione dei tribuni e cominciò l’era dei giudici e consiglieri, organi a latere del doge che ne controllavano gli atti e quindi ponevano un effettivo limite all’autorità dogale.

Sul versante religioso favorì l’istituzione di cinque episcopati: Caorle, Equilo/Jesolo, Cittanova/Eraclea, Torcello, Malamocco.

Sul piano militare fu costretto a combattere, come il suo predecessore Pietro Tradonico, contro i saraceni e i narentani, che continuavano ad infestare l’Adriatico.

Ecco quindi che i marinai imbarcati sulle navi mercantili erano costretti a trasformarsi in combattenti e le stesse navi mercantili venivano armate e funzionavano anche come navi da guerra, proprio per contrattaccare con successo i legni corsari.

La fama della flotta veneziana si estese subito sull’altra costa dell’Adriatico e in breve ai veneziani fu richiesto di portare aiuto ... esportare una merce molto pregiata, la libertà, ed essere ripagati in obbedienza e privilegi ... Il nuovo doge ordinò alcune importanti operazioni di bonifica e quindi favorì l’incremento della popolazione nelle zone di Rialto, Dorsoduro e Castello.

Orso pubblicò un divieto contro il traffico di schiavi (già vietato dal papa nel 784), ma la pratica fu dura a morire.

Il doge Orso Partecipazio I fu sepolto nella Chiesa di S. Zaccaria. La dogaressa, di cui non si conosce il nome, rimase vedova e sposò un certo Gregorio Andreadi dal quale ebbe una figlia chiamata Morosina e la cui storia d’amore diede origine alla Leggenda del bocolo.

 

(gidi)

Altre persone da conoscere

Prima pubblicazione: Venerdì, 29 Marzo 2013 — Ultimo aggiornamento: Giovedì, 13 Giugno 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.