Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Ottone Orseolo fu il 27° doge della Serenissima (1008-1026).

Si chiamava Ottone perché figlioccio dell’imperatore Ottone III.

Subentrò al padre quando aveva appena 15 anni, era nato nel 994 ed era il quarto figlio maschio di Pietro II: il primo, Giovanni, che era stato co-reggente col padre Pietro II (991-1009), era morto nel 1007; il secondo, Orso, era patriarca di Grado; il terzo, Vitale, era vescovo di Torcello.

A 18 anni fu sposato alla figlia del re di Ungheria, Grimelda (da altri chiamata Elena o Maria). Una unione che in seguito scatenò le pretese dei re di Ungheria sulla Dalmazia marittima veneziana.

Ottone ebbe due figli, un maschio (Pietro) che fu re d’Ungheria (1038-1041 e 1044-1046), e una femmina (Froiza o Froila), poi sposa di Adalberto I di Babenberg, margravio d’Austria (1018-1055).

Durante il suo dogado, Ottone Orseolo obbligò il vescovo di Adria a rendere alla Repubblica Loreo e il vicino Porto Fossone sull’Adige, quindi sconfisse i pirati che taglieggiavano i dalmati.

Nel 1026 si oppose all’elezione del diciottenne Domenico Gradenigo come vescovo di Olivolo/Castello. Ci fu una rivolta antidogale e il doge fu destituito, tosato di barba e capelli ed esiliato a Costantinopoli.

Morì di malattia nel 1032.

 

(gidi)

Altre persone da conoscere

Prima pubblicazione: Venerdì, 29 Marzo 2013 — Ultimo aggiornamento: Giovedì, 13 Giugno 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.