Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Leonardo Loredan fu il 75° doge della Serenissima (1501-1521).

Aveva 65 anni (era nato il 16 novembre 1436) e aveva fatto fortuna con la mercatura.

Servì la Repubblica in numerosi incarichi e fu infine eletto procuratore di S. Marco de citra il 2 luglio 1492.

Il suo dogado fu uno dei più importanti per i grandi avvenimenti che maturò, riuscendo a tutelare Venezia in un periodo molto difficile della sua storia.

Dovette accettare una pace onerosa con l’impero turco (1503), ma riuscì ad espandere il dominio veneziano di terra in Trentino, Friuli, Istria e Illiria. Tuttavia, la massima espansione mai raggiunta dalla Repubblica si attirò gelosie politiche e il doge dovette affrontare la Lega di Cambrai che portò a lungo la guerra (1509-1517) nei territori veneziani di terraferma.

Alla morte Leonardo Loredan fu sepolto nella Chiesa di S. Giovanni e Paolo. Il monumento funebre, datato 1572, fu opera di Girolamo Grapiglia. Interessante il ritratto del doge eseguito da Giovanni Bellini: uno dei primi ritratti frontali di un doge regnante; durante il Medio Evo gli uomini venivano ritratti di profilo, mentre la vista frontale era riservata ai soggetti sacri.

È celebrato nel Panteon Veneto con un busto dello scultore Luigi Borro conservato a Palazzo Ducale.

Sotto il suo dogado, il 29 marzo 1516, venne fondato, con decreto del Senato veneziano, il primo ghetto ebraico.

(gidi)

Di questo argomento si parla anche in questi tour...

Altre persone da conoscere

Pubblicato: Venerdì, 05 Aprile 2013 — Aggiornato: Lunedì, 13 Novembre 2017

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.