Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Pietro Grimani fu il 115° doge della Serenissima (30 giugno 1741 - 7 marzo 1752).

Aveva 74 anni (era nato nel 1667).

Grande amante delle lettere e della scienza, scrittore e poeta egli stesso, nonostante la sua cultura e il suo indiscusso mecenatismo non fu amato dalla gente, soprattutto dai nobili decaduti che lo consideravano da sempre una persona poco munifica. Fece parte dell’Accademia letteraria dell’Arcadia con lo pseudonimo di Armiro Elettreo.

Durante il suo dogado fu introdotta l’illuminazione pubblica e si istituì l’Accademia di Pittura e Scultura.

In politica estera la Repubblica continuò a rimanere neutrale.

Con un breve del 6 luglio 1751 papa Benedetto XIV (1740-1758), cedendo alle pressioni politiche degli Asburgo, creò l’arcidiocesi di Udine sopprimendo così il Patriarcato di Aquileia.

I territori del patriarcato furono divisi tra le arcidiocesi metropolitane di Gorizia (cui toccarono le terre sotto il dominio asburgico) e Udine (cui venne assegnata la giurisdizione sulle terre sotto il dominio della Repubblica). Il primo arcivescovo di Udine (1751) fu il patriarca di Aquileia, Daniele Dolfin, che mantenne comunque anche il titolo di patriarca fino alla morte (1762). Pietro Grimani fu sepolto nella Chiesa della Madonna dell’Orto (Cannaregio).

(gidi)

Altre persone da conoscere

Prima pubblicazione: Giovedì, 11 Aprile 2013 — Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 19 Giugno 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.