Venipedia®

Francesco Donà fu il 79° doge della Serenissima (1545-1553).

Aveva 77 anni (era nato nel 1468) e aveva fatto studi letterari.

Si distinse come soldato, ambasciatore e podestà in diverse città e fu infine eletto procuratore di S. Marco de ultra il 7 ottobre 1532.

Durante il suo dogado si interessò, come mai era stato fatto fino ad allora, della laguna, anche perché i Correttori della sua Promissione avevano inserito appositi obblighi, oltre a quello di non potere da solo leggere alcuna lettera pubblica, ovvero conferire due volte al mese con i Savi alle Acque sulle condizioni e sui problemi della laguna.

Il doge seguì da vicino i lavori per il rinnovamento della città e la già esistente ordinanza di provvedere a riparare le rive con palizzate o con blocchi di pietra, sotto di lui, previde solo l’uso della pietra per realizzare le fondamente.

Francesco fu sepolto nella Chiesa dei Servi. Le spoglie vennero traslate nel 1817 per la demolizione della chiesa e tumulate nella cappella di famiglia di Villa Donà a Mareno di Piave, presso Conegliano.

(gidi)

Altre persone da conoscere

Pubblicato: Venerdì, 05 Aprile 2013 — Aggiornato: Mercoledì, 19 Giugno 2013