Venipedia®

Giovanni Dolfin fu il 57° doge della Serenissima (1356-1361).

Dimmi di più

Aveva alle spalle una bella carriera politica ed era anche procuratore di S. Marco de supra dal 24 aprile 1350.

Ricevette la notizia della sua elezione mentre come provveditore in campo stava difendendo Treviso assediata dagli ungari. Riuscì a forzare il blocco, cavalcò a briglia sciolta verso Mestre, dove era atteso per essere scortato in città.

Coraggioso e deciso, il nuovo doge non poté tuttavia impedire durante il suo dogado la perdita della Dalmazia e l’avvento di una lunga crisi economica, ma si prodigò con tutte le sue forze per limitare i danni.

Alla sua morte per la prima volta le esequie del doge assunsero un fasto particolare con una vestizione comprendente speroni d’oro, stocco e scudo. Fu sepolto nella Chiesa di S. Giovanni e Paolo.

(gidi)

Galleria immagini

Incisione raffigurante il doge Giovanni Dolfin.
Lo stemma del doge Giovanni Dolfin

Leggi anche