Venipedia®

Carlo Contarini fu il 100° doge della Serenissima (1655-1656).

Dimmi di più

Aveva 75 anni (era nato il 5 luglio 1580).

Alle spalle un’intensa carriera politica come rettore, podestà e provveditore.

La sua fu un’elezione inaspettata. Su di essa pesò un infausto evento: due giorni prima della sua elezione, mentre si festeggiava l’anniversario della fondazione della città (25 marzo 421) 50 persone morirono schiacciate nella ressa.

Durante il suo breve dogado (14 mesi) Contarini si dedicò a risolvere i problemi delle fasce più deboli della popolazione, mentre all’esterno la Repubblica proseguiva la guerra per il possesso di Creta.

Morì di depressione e venne sepolto nella Chiesa di S. Bonaventura (Cannaregio), ma quando poi la chiesa fu sconsacrata e il convento soppresso (1810), le sue ceneri vennero disperse. 

 

 

 

(gidi)

Galleria immagini

Incisione raffigurante il doge Carlo Contarini
Lo stemma del doge Carlo Contarini

Leggi anche