Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Pietro Candiano IV fu il 22° doge della Serenissima (959-976).

Già associato al dogado, aveva cospirato contro il padre, Pietro III, per meri interessi: il nuovo doge parteggiava per la terraferma e per il latifondo; il padre Pietro III invece, credeva nella tradizione marittima ed era perciò filobizantino.

La città si spaccò in due, ci furono delle condanne a morte e Pietro IV, mandato in esilio, si rifugiò a Ravenna, dove con l’aiuto del re d’Italia Berengario II, che gli mise a disposizione sei navi da guerra, si accinse ad attaccare il padre (959) che però morì di crepacuore.

Eletto doge, Pietro IV venne in seguito appoggiato dall’imperatore Ottone I (962-973) che gli fornì un presidio militare a difesa del Palazzo Ducale.

Da parte sua il doge ripudiò la moglie e costrinse il figlio Vitale, avuto da lei, a farsi prete (diventò poi patriarca di Grado), quindi si sposò con Waldrada, cugina della consorte di Ottone I, dalla quale ebbe un figlio. Dopo la morte di Ottone I e l’ascesa al trono di Ottone II (973-983), troppo preso da questioni interne, gli avversari politici di Pietro Candiano IV, sponsorizzati dal basileus, credettero giunto il momento per detronizzarlo: incendiarono Palazzo Ducale e massacrarono il doge e il figlioletto.

(gidi)

Altre persone da conoscere

Prima pubblicazione: Venerdì, 29 Marzo 2013 — Ultimo aggiornamento: Giovedì, 13 Giugno 2013

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.