Venipedia: molto più di un'enciclopedia di Venezia. – La miglior guida di Venezia.

Tempo di lettura: 1 minuto

Adibito a magazzino, questo luogo conservava le merci provenienti dai paesi nordici che semplicisticamente vennero classificati sotto la voce tedeschi.

Non a caso, venne costruito a Rialto, il posto per eccellenza dove avvenivano il maggior numero di scambi mercantili e di contrattazioni commerciali.

Il Fontego (Fondaco in italiano) ha l’appellativo "dei tedeschi" per comprendere tutti i mercanti provenienti dai paesi nordici.

Come avvenne per i turchi, vista la crescita di questa comunità, il Senato decretò la costruzione di un edificio adibito al deposito delle merci (non a caso fu costruito nella zona di Rialto, centro mercantile principale di Venezia) e all’alloggio delle persone.

Un incendio avvenuto nel 1505 danneggiò gravemente l’edificio, tanto da costringere ad una totale ricostruzione che avvenne tre anni dopo; lo Scapagnino in collaborazione con Giorgio Spavento si occuparono del nuovo progetto, coadiuvati da Gerolamo Tedesco in veste di rappresentante dei mercanti (non fu invece Pietro Lombardo cui venne attribuita l’opera per lungo tempo).

La base dell’edificio forma un quadrilatero attorno al cortile interno, mentre in altezza si sviluppa su quattro piani più le due torrette laterali poste lungo la facciata sul Canal Grande.

Recentemente il palazzo ha svolto la funzione di sede delle Poste Italiane, tuttavia è in corso un nuovo progetto di riqualificazione dell’edificio.

Ti piace questo argomento? Partecipa a questi tour:

Altri luoghi da scoprire

Prima pubblicazione: Venerdì, 04 Maggio 2012 — Ultimo aggiornamento: Sabato, 19 Agosto 2017

Missiva — La newsletter di Venipedia

Ricevi comodamente gli aggiornamenti, le anticipazioni e le novità di Venipedia nella tua casella postale.