Venipedia®

Venezia in guerra

Anche se per il suo immenso patrimonio storico e artistico avrebbe dovuto essere riconosciuta una città da salvaguardare, purtroppo Venezia ha subito eventi bellici, che hanno provocato situazioni di disagio e sofferenza alla popolazione e rilevanti danni agli edifici pubblici e privati.

Dopo la caduta della Repubblica nel 1797, queste sono le guerre che hanno interessato Venezia e che sono documentate nella mia collezione di cartoline:

  • prima guerra di indipendenza con l’insurrezione di Venezia e la proclamazione della Repubblica di S. Marco dal 22 marzo 1848 al 22 agosto 1849, con successivi festeggiamenti nel 1866 per l’annessione di Venezia al Regno d’Italia;
  • prima guerra mondiale "Grande Guerra" dal 24 maggio 1915 al 3 novembre 1918 con successivi festeggiamenti.

Nei dipinti e nelle opere grafiche degli artisti sono visibili le avversità e le tragedie della guerra, nelle immagini della Croce Rossa e degli Ospedali militari, nelle cartoline propagandistiche, nell’attività di protezione preventiva con saccate di sabbia degli edifici e dei monumenti, nelle visioni di Venezia e dei suoi edifici distrutti dai bombardamenti, nelle poesie e nei racconti di poeti e di scrittori che esprimono la disperazione, gli stenti e le difficoltà della vita quotidiana della popolazione di Venezia che si sforza di continuare a sopravvivere e che, comunque anche in questo triste periodo, non dimentica la satira.

A tutte queste immagini di guerra, ho contrapposto le immagini dei festeggiamenti del 1866 per l’annessione di Venezia al Regno d’Italia e le immagini della vittoria dell'Italia nella prima guerra mondiale, del ritorno dei Cavalli sulla facciata della Basilica di S. Marco e della Dalmazia veneziana.

Il loro formato è rigorosamente piccolo (dimensioni cm. 14x9) e tutte le immagini sono di cartoline della mia personale collezione. E con le cartoline inserite in questa tematica mi propongo, in modo alternativo, di narrare e commentare, oltre ad illustrare, questi eventi tanto significativi e rilevanti nella storia di Venezia. 

Nell’iniziare la pubblicazione delle cartoline, desidero rivolgere il mio riconoscente pensiero e il mio vivo ricordo a tutti coloro che hanno sofferto, che hanno combattuto e, in particolare, a tutti i caduti per la liberazione di Venezia da ogni e qualsiasi oppressione e dominazione straniera.

Nella testata di presentazione della tematica, ho inserito la cartolina dell’Editore Danesi di Roma con il dipinto di Anselmo Bucci "Giugno 1918 - Liston di Guerra".

Michele Rossi

empty