Venipedia®

Addentrati all'interno di questo attraente palazzo che, già dal suo signorile cortile, dimostra la sua bellezza fuori dall'ordinario.

E' evidente, passeggiando per le sale interne, l'influenza romana che questo museo - residenza ha avuto nel tempo.

Finita la visita, a pochi passi di distanza, incontrarai la Chiesa di Santa Maria Formosa e il campo omonimo

Nel 1981 Palazzo Grimani venne acquistato dallo Stato Italiano che nel 2001 lo ha affidato alla Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Veneziano. A seguito dei restauri apportati al palazzo, terminati nel 2008 è stato istituito il Museo di Palazzo Grimani.

Punto focale del museo è la storia ed il patrimonio artistico dell’edificio che un tempo è stata la dimora principale della famiglia Grimani. Nonostante una parte delle opere in passato sono state o vendute (ad esempio gli antichi stucchi interni) o ricollocate (alcune sono visibili presso il  Museo Archeologico), è ancora possibile ammirare gli affreschi della sala dei fogliami realizzati dal Mantovano, oltre alle decorazioni pittoriche frutto del lavoro di Francesco Salviati, Federico Zuccari, Giovanni da Udine e altri artisti succedutisi durante la storia. Le opere esposte sono poche e selezionate, quasi tutte di stampo cinquecentesco, in omaggio all’epoca in cui si insediò il patriarca di Aquileia Giovanni Grimani.

Periodicamente vengono ospitate mostre a tema, conferenze, concerti e altre attività culturali.

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Martedì, 29 Maggio 2012 — Aggiornato: Martedì, 08 Novembre 2016