Venipedia®

Nono di quattordici figli, nacqui il 29 Dicembre 1931 a Calalzo di Cadore da una famiglia di umili origini e papà fu invalido di guerra a causa di una granata che lo colpì durante la ritirata di Caporetto. La mia infanzia fu dedicata alla sopravvivenza della famiglia con attività silvo-pastorali e attraversò la Seconda grande Guerra direttamente coinvolta in Crimea e nella campagna di Russia dove Nicolajewka pareva un miraggio ma venne raggiunta grazie ad una azione di disperazione durante l’accerchiamento ad opera dei russi sul Don. Inoltre l’occupazione tedesca e la tragedia del campo di concentramento di Mauthausen non furono capaci di dividerci.

A quattordici anni divenni il capo-famiglia, e nei dieci anni da operaio presso l’occhialeria Safilo, ebbi modo di conoscere il Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi. Dieci ore al giorno in fabbrica però non bastavano al sostentamento della famiglia e durante la settimana il lavoro si portava a casa mentre la Domenica era dedicata al lavoro nei campi od al rifornimento di legna per l’inverno.

Nel 1957, il mio trasferimento a Venezia diede l’inizio alla mia attività di imprenditore ottico senza dimenticare le mie origini, sostenendo soprattutto le industrie ottiche della mia terra. Una famiglia la nostra, coinvolta nella produzione di occhiali sin dal 1935.

Grande fu la paura durante l’Acqua Granda del 1966, ma non sufficiente a strapparmi dalla mia bottega de “L’ottico di Rialto”.

Una vita dedicata soprattutto alla professione, continuando la mia formazione e l’aggiornamento sino alla pensione, ma con l’orgoglio di una famiglia che continua l’opera iniziata, un’opera che ha dato modo a oltre quattro generazioni di vederci chiaramente.