Venipedia®

Ricevi un contenuto come questo, ogni giorno nella tua e-mail
Un contenuto al giorno, per te è la newsletter che ti tiene compagnia, alle 8 del mattino (e sì, puoi sospenderla quando vuoi).

Scopri di più | Per attivarla accedi con il tuo account o creane uno nuovo.

Un tempo l'area ospitava un piccolo istituto per il ricovero di donne in povertà e un piccolo oratorio adiacente. Successivamente venne edificata la chiesa dedicata a Sant'Andrea Apostolo, oggi molto fuori dalle solite tratte più conosciute.

Dimmi di più

Nei primi anni del XIV secolo venne costruito un piccolo istituto per il ricovero di donne in povertà, con annesso un piccolo oratorio che venne poi demolito nella seconda metà del XV; lo stesso venne sostituito con una chiesa dedicata a Sant'Andrea Apostolo accompagnato dal suffisso de la zirada (girata in italiano) in quanto il canale adiacente girava con un'ampia curva verso un'altra chiesa nelle vicinanze.

La sua facciata è in muratura a vista con il portale di semplice fattura dove sopra di esso si possono ammirare due bassorilievi raffiguranti Vocazione degli Apostoli Pietro e Andrea e Cristo passo.

Nei primi anni del XIX secolo sotto il dominio napoleonico la chiesa fu soppressa.

La chiesa si trova al di fuori del flusso turistico e perciò per trovarla ci si deve andare appositamente: si trova nelle immediate vicinanze di Piazzale Roma, quasi ai piedi del ponte che ci porta alla zona portuale. 

 

Galleria immagini

La faccia e il campanile della chiesa di Sant'Andrea della Zirada.

Leggi anche