Venipedia®

Percorrendo la Fondamenta delle Zattere, fatti inebriare e riscaldare dal cocente sole che accompagnerà le tue giornate estive.

Durante la passeggiata, ti imbatterai in questo luogo di culto dedicato alla Madonna e, in determinati momenti dell'anno, sarà presente un enorme rosario davanti alla porta d'entrata.

L'edificio fu realizzato su volere dell'ordine religioso dei Domenicani che visse, a partire dal 1668, nel convento e nella chiesa Santa Maria della Visitazione; il progetto fu di Giorgio Massari e si occupò non solo della costruzione interna ma anche delle decorazioni. A tal proposito, collaborò con il Tiepolo e il Morlaiter, mentre Jacopo Tintoretto vi dipinse la tela intitolata Crocifissione.

La chiesa è composta da una sola navata rettangolare e lungo i lati più lunghi sono presenti 3 cappelle separate da coppie di semipilastri. La suggestiva volta, il cui soffitto è affrescato con tre dipinti del Tiepolo raffiguranti il ciclo della Madonna del Rosario, è illuminata da ampie finestre laterali. Di notevole bellezza l'abside molto luminoso, con statue e bassorilievi di Giovanni Maria Morlaiter e il coro ligneo posizionato dietro al grande altare maggiore.

La facciata, che dà sul tratto omonimo della Fondamenta delle Zattere, è di particolare altezza ed è costituito da un'unico ordine composto di colonne corinzie sulle quali è appoggiato il timpano. Di lato al portone d'ingresso, sono presenti le statue allegoriche delle quattro virtù cardinali: "la Prudenza", "la Giustizia", "la Fortezza" e "la Temperanza".

Galleria immagini

La chiesa di Santa Maria del Rosario

Altri luoghi da scoprire

Pubblicato: Venerdì, 18 Maggio 2012 — Aggiornato: Venerdì, 07 Dicembre 2018